Non supera l’esame di guida, il marito tunisino la punisce

(Web)
(Web)

Il marito, un tunisino di 40 anni, l’aspettava in auto. Lei, una ragazza di 25 anni, stava sostenendo l’esame pratico di guida a Salò, in provincia di Brescia. Quando è tornata affranta in macchina dal marito forse immaginava già cosa le sarebbe aspettato. L’uomo, appreso che la moglie non conseguito la patente ha letteralmente perso la testa e ha iniziato già a insultarla e picchiarla all’interno del veicolo. Il tunisino l’ha percossa violentemente e una volta giunti a casa ha proseguito con la sua “punizione”. La situazione è degenerata e le violenze sono diventate intollerabili. La ragazza è riuscita a scappare e chiedere aiuto ai vicini. Nel giro di pochi minuti sono così arrivati i Carabinieri.

I militari dell’Arma hanno provveduto ad arrestare l’uomo e hanno poi scoperto una terribile verità. Il comportamento violento del tunisino nei confronti della moglie andava avanti da tempo e l’episodio legato al mancato superamento dell’esame della patente non era che l’ultimo di una lunga serie di soprusi. Il racconto della 25enne ha infatti fatto emergere un quadro inquietante di violenza domestica reiterata e di minacce gravissime culminate con l’ultimo litigio nel quale l’uomo aveva minacciato la donna di bruciarla viva.

F.B.