Tensione altissima in Siria: abbattuto un elicottero russo

L'elicottero abbattuto (foto Twitter)
L’elicottero abbattuto (foto Twitter)

Un elicottero militare russo è stato abbattuto dai ribelli nella provincia di Idlib, nella Siria nord occidentale. Lo rende noto il ministero della Difesa di Mosca citato dall’agenzia di stampa Interfax. I due funzionari a bordo e i tre membri dell’equipaggio sono deceduti. In base a quanto ricostruito finora, l’elicottero militare Mi-8 è stato abbattuto mentre stava rientrando nella principale base aerea russa in Siria, quella di Khmeimim.

Aveva appena consegnato aiuti umanitari nella zona di Aleppo e i due funzionari rimasti uccisi sono membri del centro russo di coordinamento per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria. Come noto, la Russia è impegnata militarmente a fianco del regime di Bashar al-Assad dal 30 settembre dello scorso anno. L’episodio ha un precedente per certi versi più grave ed è quello del jet abbattuto nella regione di regione di Latakia al confine con la Turchia proprio dall’esercito di Erdogan, nel novembre 2015. Qualche ora più tardi, un elicottero russo venne abbattuto da una delle brigate ribelli siriane affiliate all’FSA.

Proprio in queste ore, a pochi giorni dalla presentazione del suo piano contro il terrorismo internazionale, il presidente russo Vladimir Putin è finito nel mirino dell’Isis. In un video, la cui autenticità non è confermata, un uomo a viso coperto che guida un’auto nel deserto si mette a urlare: “Ascolta Putin, verremo in Russia e vi uccideremo nelle vostre case. (…) Oh fratelli, conducete la jihad e uccideteli e combatteteli”.

elicottero twittwe

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM