Compra una bottiglietta d’acqua e lascia una mancia record. Ecco perché…

(Websource /Metro)
(Websource/Metro)

E’ il sogno di tutti i baristi, camerieri e addetti alla ristorazione (ma non solo) in genere: ricevere una mancia stratosferica a fronte di un acquisto minimo. Per una volta si è realizzato, ma non in Italia. Il protagonista di questa piccola favola in tempi di austerity è Kasey Simmons, un cameriere statunitense di 32 anni. Qualche giorno fa, mentre il giovane stava facendo la spesa in un supermercato, ha notato una donna terribilmente triste. Non ha potuto fare a meno di avvicinarsi e chiederle quale fosse il suo problema. A quel punto la donna gli ha raccontato il motivo della sua tristezza: proprio in quel giorno ricorreva il terzo anniversario della morte di suo marito. Kasey Simmons, intenerito dal racconto e dalla vicenda umana che sottendeva, ha deciso quindi di pagare la spesa della donna: una piccola somma (circa 17 dollari), ma dall’alto valore simbolico. Quanti di noi farebbero avrebbero fatto lo stesso, nobile gesto?

La storia però non è finita qui. Trascorso qualche giorno da quell’incontro, Kasey Simmons durante il suo turno di lavoro nel ristorante Applebee, a Dallas, ha ricevuto un misterioso biglietto da una ragazza che aveva ordinato una bibita e aveva speso 37 centesimi di dollaro. Su uno scontrino, alla voce “mancia” era stata inserita una somma a dir poco generosa: ben 500 dollari. E su un tovagliolino di carta la ragazza ha scritto a penna il motivo del suo gesto: la buona azione che il cameriere aveva compiuto qualche giorno prima. A firmare il biglietto era stata la figlia della donna triste. In poche righe ha espresso la sua gratitudine per aver risollevato la madre in un giorno molto difficile per lei: “Hai reso meraviglioso uno dei giorni più deprimenti dell’anno per mia madre”, ha scritto, “hai insistito per pagare, le hai detto che è molto bella e non l’avevo mai vista sorridere così tanto da quando è morto papà”. “Erano solo 17 dollari”, ha poi raccontato Simmons, “ma non è questione di soldi, è mostrare a qualcuno che ci tieni”. Come nelle favole.

EDS