Inghilterra: ha il doppio mento, ma scopre che era un tumore

PAY-Natasha-in-hospital-before-her-operation

Natasha Walters, 45 anni, è una madre inglese di due bambini la cui vita è stata improvvisamente sconvolta. La donna è rimasta profondamente scossa dal fatto che il suo doppio mento fosse in realtà un tumore maligno di grosse dimensioni. La sfortunata Natasha pensava che si trattasse solamente di un inestetismo residuo della sua prima gravidanza, anche se le era sembrato strano che non sparisse pur perdendo peso e facendo sport con regolarità. Solo dopo aver consultato un chirurgo plastico in un tentativo radicale di rimuovere la massa adiposa in eccesso si è poi scoperto la reale natura della stessa, una rara condizione che ha portato purtroppo al sorgere di un cancro alla lingua ed alla bocca. Alla Walters è stato detto che rimuovere il grumo sarebbe stato troppo rischioso, ma dopo la fuoriuscita di sangue è stata ricoverata d’urgenza. La donna vive a Colchester, nella regione inglese dell’Essex, ed è stata sottoposta cinque mesi fa ad una complicata operazione chirurgica durate ben sei ore in seguito alla quale le è stata asportata metà della sua lingua, con il tumore completamente rimosso. Come conseguenza, Natasha Walters è rimasta in stato di coma farmacologico per cinque ore in una degenza ospedaliera durata poi complessivamente undici giorni, in seguito ai quali ha potuto fare ritorno a casa.

Adesso sta bene e ha affermato che per la prima volta da quindici anni a questa parte finalmente si sente bella in foto. La grave patologia riscontrata a Natasha è nella fattispecie una malformazione arterovenosa della lingua (AVM in gergo), un raro quanto grave groviglio di vasi sanguigni che interrompe il normale flusso di sangue e ha portato al sorgere di un tumore. Natasha Walters è impiegata presso il noto istituto di credito “Barclays”, e ha affermato: “Il mio ‘doppio mento’ era sorto dopo aver partorito George, il mio primo figlio, ma anche facendo palestra per dimagrire questa cosa non andava via, perciò mi sono rivolta ad un chirugo plastico. Lì mi è stato detto che non avevo pelle in eccesso ma altro, e per questo avrei dovuto sostenere degli ulteriori test medici. Poi è uscito fuori anche un grumo di 8 cm sulla lingua, e lì veramente ho capito che la situazione era seria. E’ stato un grande shock per me, i dottori poi mi dicevano che una operazione sarebbe stata troppo rischiosa, ma poi hanno dovuto procedere in questo senso perché avevo rischiato di rimanere soffocata dal sangue che usciva”.

Il tumore di Natasha è cresciuto ancora di più in dimensioni nel 2010, quando la donna ha dato alla luce il suo secondo figlio, Charlie. Come ulteriore complicazione Natasha ha avuto gravi problemi respiratori specialmente quando dormiva. Poi nel 2014 ecco le perdite di sangue a fiotti, fino alla decisione di intervenire chirurgicamente. “La prima volta che è successo ero terrorizzata – ha affermato la 45enne inglese – ho pensato che sarei morta. Poi per fortuna sono sempre riuscito a fermare il sangue 15 minuti dopo ogni volta che sgorgava dalla mia bocca, ma ogni volta temevo per il peggio”. A Natasha è stato detto che gli organi della gravidanza hanno stimolato questa condizione che la accompagnava dalla nascita e che, stando alle stime attuali, è anche molto rara. Adesso come ‘ricordo’ le è rimasta una grossa cicatrice sul collo, un piccolo prezzo da pagare per quello che per fortuna appartiene al passato. “Ma devo ringraziare mio marito Terry che mi ha sempre sostenuto, così come i miei cari figli George e Charlie. Sono così felice di sentirmi di nuovo rinata mentalmente e nel mio corpo. Spero che la mia storia infonda la speranza in altri che si trovano ad affrontare malattie altrettanto terribili”, ha concluso Natasha.

LA MALATTIA VINTA DA NATASHA WALTER