Si sbriciola la scuola di Amatrice: era a norma contro i terremoti

(websource)
(websource)

E’ Amatrice il centro maggiormente colpito dal terremoto di magnitudo 6 che ha colpito un’area a cavallo tra le province di Rieti e Ascoli alle 3:38 della notte tra martedì e mercoledì. Qui, secondo il sindaco Sergio Pirozzi, le vittime sarebbero già oltre duecento, e si moltiplicano le iniziative di solidarietà nei confronti del paese, sede del polo agroalimentare del Parco nazionale del Gran Sasso Monti della Laga. Proprio ad Amatrice, il 13 settembre di quattro anni fa veniva organizzato l’incontro “Per una scuola più sicura”.

In quell’occasione sono stati presentati i lavori di ristrutturazione e di adeguamento sismico della scuola. Spiegava il sindaco, Sergio Pirozzi: “Abituati come siamo ai ritmi della Pubblica Amministrazione, sembrava impossibile che i lavori di ristrutturazione e di intervento per l’adeguamento alle norme anti-sismiche del plesso scolastico ‘Romolo Capranica’ di Amatrice (Scuola Infanzia, Elementare e Media) fossero completati nei tempi previsti”.

Peccato però che la facciata di quella scuola, l’altra notte, si sia letteralmente sbriciolata, pur senza conseguenze per la popolazione civile, anche in virtù del fatto che il terremoto è avvenuto di notte e in pieno agosto, quando la struttura è chiusa per il periodo estivo. In sostanza, quei “lavori di adeguamento sismico” eseguiti, e pagati, grazie all’impegno dell’amministrazione pubblica, sono risultati totalmente inadeguati.

Sulla vicenda è intervenuto proprio Pirozzi, spiegando che “dopo il terremoto dell’Aquila facemmo venire i tecnici per verificare se la scossa, che qui si è sentita molto forte, avesse messo a repentaglio la stabilità dell’edificio. E la scuola è risultata a posto. Di più, nel 2013 qui ci fu un altro terremoto e altri rilievi tecnici. E per la stabilità della scuola io ricevetti addirittura i complimenti”. Ha aggiunto il primo cittadino: “Ci siamo costituiti parte civile perchè siamo parte lesa: se qualcuno ha imbrogliato, ha imbrogliato noi”.

GM