Jacopo Pasqualini e Alessia Palmucci (foto dal web)

Jacopo Pasqualini e Alessia Palmucci (foto dal web)

I morti del terremoto avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì che avevano residenza a Roma, secondo la prefettura di Rieti, sono 52 e 70 se si contano quelli della provincia. Amatrice e dintorni, infatti, sono località turistiche molto apprezzate, soprattutto per chi cerca un po’ di tranquillità, lontano dalla frenesia di una vacanza al mare. Tra loro c’è la 13enne Fabiana Capriotti, di Colli Aniene, nel quadrante est della Capitale.

Jacopo Pasqualini era invece originario di Cesano e ha trovato la morte insieme alla sua fidanzata Alessia Palmucci. I due sono stati identificati dai parenti corsi nei pressi delle zone colpite dal sisma, poiché non riuscivano a mettersi in contatto con i due ragazzi. Jacopo Pasqualini aveva una grande passione per le moto, tant’è che alcuni motociclisti hanno accompagnato in sella ai loro bolidi a due ruote il feretro del giovane dalla chiesa fino al cimitero di Cesano.

E’ una famiglia distrutta quella di Gianluca Pedicone, Letizia Francis e della loro piccola figlia Martina, residenti nel quartiere Tuscolano. Grande è poi il dolore per la morte di Paolo e Giacomo Dell’Otto, rispettivamente di 51 e 52 anni. I due, fratelli, sono rimasti uccisi sotto le macerie a Sezze, insieme alla la moglie di Giacomo, Aura, e alla figlia Angela di 13 anni. Tiziana Lo Presti aveva 60 anni e la sua morte è davvero una beffa. Lei infatti era un’esperta di terremoti che pianificava le strategie per risolvere le emergenze e ad aiutare gli altri per la Protezione Civile. Si trovava nella casa materna a Salette ed era tornata al paesino per un breve periodo per prendersi cura dell’anziana madre ricoverata in ospedale.

Vittime del terremoto anche Paola Rascelli e il marito Fabrizio Trabalza. La coppia di Ostia era ad Amatrice ormai da qualche giorno per passare le ferie estive nella loro casa di montagna, come centinaia di altri vacanzieri presenti nella zona. Divideva questo periodo di ferie tra la montagna e il mare, a Grottammare, come testimoniato da alcuni scatti. Non ce l’hanno fatta Alberto Reitano e il figlio Tommaso. Patrizia Marano, la moglie di Alberto, è ferita gravemente e lotta contro la morte, come è sopravvissuta anche la moglie di Ezio Tulli, Giovanna Gagliardi, entrambi poliziotti residenti a Nettuno. Morti anche i figli della coppia. Infine, è morto Marco, il figlio del questore di Frosinone, Filippo Santarelli: era residente a Roma e da cuoco professionista faceva la spola da Frosinone ad Arezzo.


GM