Canone Rai, è già caos

Simbolo Rai (Websource/archivio)
Simbolo Rai (Websource/archivio)

Quest’anno lo Stato ha fatto si che la tassa più evasa di sempre (il canone Rai) venisse pagata dal maggior numero di persone possibili. L’escamotage è stato presto trovato e la tassa sulla televisione è stata accorpata a quella della corrente. Il cambiamento però sembra aver portato qualche problema di troppo, tanto che stamattina, dinanzi agli uffici abbonamenti Rai di via Cavalli si sarebbe presentata una folla inferocita pronta a fare reclami nei confronti dell’azienda.

Alcuni utenti lamentano di essersi ritrovati sulla bolletta della luce un canone tv mai richiesto. Altri di averlo ricevuto anche sulle seconde case, altri ancora avevano già fatto regolare disdetta. In alcune famiglie addirittura sarebbe arrivato un doppio canone. Insomma un vero e proprio casino. Le code sono cominciate alle 9 del mattino (c’erano già 65 utenti) e per alcune persone si è persa un’intera mattinata. La Rai, attraverso il sito: www.canone.rai.it, ha disposto un modulo scaricabile, con tanto di istruzioni, per presentare reclami e richieste di rimborso all’azienda televisiva pubblica italiana. Intanto il premier Renzi, in un’intervista, ha fatto sapere che è intenzionato ad abbassare il canone per la prossima annata.

Antonio Russo