Terremoto, Charlie Hebdo scherza sulle vittime italiane -FOTO

Charlie-Hebdo-vignetta-terremoto-Italia-websource
Charlie-Hebdo-vignetta-terremoto-Italia-websource

Dove inizia e finisce il buongusto e dove la satira? I confini che disegnano il perimetro di questi concetti non sempre sono ben definiti. Lo sa bene il giornale Charlie Hebdo, ben noto ai fatti di cronaca per gli attentati di matrice islamica scatenati dalle vignette ritenute offensive dalla frangia più integralista. Ora la rivista è tornata alla carica mettendo nel mirino le vittime  italiane del terremoto del 24 agosto: Il sangue come sugo di pomodoro, i morti sepolti dalle macerie come tanti strati di lasagne. Questo il disegno che in queste ore sta indignando numerosi utenti che sembrano non aver apprezzato l’ironia.

“Sisma all’italiana” è il titolo della vignetta che appare sull’ultima pagina del numero uscito il 31 agosto, quando tutta Italia stava ancora piangendo i morti. Un ferito insanguinato con la didascalia “Penne al pomodoro”, un’altra con quella “Penne gratinate”, i corpi sepolti con la scritta “Lasagne”. E’ solo una delle tante vignette che appaiono nell’ultima pagina del periodico, tradizionalmente intitolata “Le altre possibili copertine”. Nella stessa pagina anche una freddura che recita: “Non si sa se il terremoto abbia urlato Allah U Akbar prima di colpire”. Chissà se la scritta “Je Suis Charlie” invaderà più le bacheche facebook.