“Sono gay”. Il primo “coming out reale” che fa tremare i Windsor

(Archivio/Websource)
(Archivio/Websource)

Cosa avrà pensato la tradizionale regina Elisabetta apprendendo che suo cugino, lord Ivar Mountbatten, è omosessuale? Certamente grande stupore dal momento che Lord Ivar, ora cinquantatreenne, è stato sposato fino al 2011 con Penelope Thompson e dalla loro unione sono nate tre figle, ora di quattorcidi, diciotto e vent’anni. Mountbatten è figlio cadetto di David Michael Mountbatten, terzo marchese Milford Haven e testimone di nozze di Filippo ed Elisabetta, oltre che discendente diretto della regina Vittoria.
Il suo diventa così il primo “coming out reale” in famiglia Windsor, a seguito di un’intervista che Ivar ha rilasciato al Mail on Sunday. Il lord ha infatti raccontato di aver scoperto il proprio orientamento sessuale solo con il tempo e secondo condo quanto riportato dal Mail sarebbe stato lui stesso ad invitare il cronista del tabloid inglese nella propria abitazione per confessarsi a cuore aperto. Il membro della famiglia reale ha raccontato di essere felice nella sua nuova relazione con un uomo, l’assistente di volo James Coyle. Ricevendo anche il sostegno delle proprie figlie e della sua ex moglie che hanno commentato questa decisione come “incredibilmente coraggiosa”, dopo aver conosciuto e accolto il nuovo compagno di Ivar. “Sono stato portato a rimanere nascosto” ha dichiarato l’aristocratico “dal non voler scendere a patti con chi sono e dall’affrontare gli amici e la famiglia nel corso degli anni. Così ho nascosto tutto. Essere un Mountbatten non è mai stato il problema, era colpa della generazione in cui sono nato. Sono molto più felice adesso, anche se non mi trovo al 100% a mio agio con l’essere gay. In un Mondo ideale, so che le ragazze vorrebbero che io e la loro madre fossimo ancora insieme, ma amano anche la famiglia del 21esimo secolo che abbiamo costruito. Loro padre ha un compagno. E’ così complicato e così semplice, ma l’aver trovato James significa che non dovrò più mentire a nessuno o invecchiare in solitudine” ha ammesso Ivar Mountbatten. Dopo quanto dichiarato, il lord dice ora di sentirsi molto meglio.
BC