Sgarbi confessa: “Ecco cosa faccio coi soldi che guadagno”

Vittorio Sgarbi (Facebook)
Vittorio Sgarbi (Facebook)

Non perde mai occasione per far parlare di sè e da quando non è più una presenza fissa in tv è diventato una vera e propria star del web con post e video seguiti da milioni di persone, tutti suoi fan che lui chiama amichevolmente “capre”. Recentemente ha fatto scalpore la sua vicenda su un volo Swiss Air così come l’aver definito Virginia Raggi una novella Ambra Angiolini di Non è la Rai telecomandata da Gianni Boncompagni, alias Beppe Grillo. Ora parla in un’intervista e confessa qualcosa di sè: “Il trittico ‘capra-capra-capra-capra’ grazie a Facebook e Twitter mi ha reso famoso a milioni di persone. Io vado dove mi chiamano, ovviamente non a gratis anche perché gli italiani sanno che ho fatto più io per l’arte che dieci Settis (noto archeologo e storico dell’arte, n.d.r.)”. Parlando sempre di soldi Sgarbi aggiunge: “Il mio reddito da quando non faccio più tv è calato drasticamente. Quando ho iniziato con Sgarbi Quotidiani ho guadagnato 12 miliardi in 12 anni ma Berlusconi non mi ha mai chiesto niente. Prima ancora di fare tv sono stato in Parlamento e, alla commissione Cultura come da sottosegretario, ho fatto tante di quelle cose che non basteranno decenni ai governanti attuali. Nessuno dei miei colleghi sapeva una cippa di arte, solo Gianni Agnelli e Furio Colombo avevano curiosità”. Soldi che sono andati e arrivati spesso anche dai processi: “Io sono una persona scomoda, perché  dico sempre quello che penso e poi molti processi che ho subito erano per diffamazione e sono stati convertiti in sanzioni pecuniarie. Resta solo un’incredibile condanna per assenteismo anche se lavoravo a Rovigo. Ora sono commissario ad Amelia gratis perché vorrei ricordare che ho scritto più io che Sant’Agostino”.

F.B.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO