Vitalizio, pessime notizie per Toni Negri e Cesare Previti

Toni Negri e Cesare Previti (foto dal web)
Toni Negri e Cesare Previti (foto dal web)

Sulla base della delibera del 2015, che prevede la revoca del vitalizio per gli ex deputati ultraottantenni condannati in maniera definitiva per delitti non colposi – consumati o tentati – ad una pena superiore ai due anni, l’ufficio di presidenza della Camera, riunita ieri sotto la guida di Laura Boldrini, ha revocato i vitalizi a sei ex deputati ultraottantenni. Fra questi Toni Negri e Cesare Previti. Gli altri quattro sono Giuseppe Astone, Giuseppe Del Barone, Luigi Farace e Luigi Sidoti. Il provvedimento è passato coi voti favorevoli di Pd e Movimento 5 Stelle, mentre ha votato contro il vicepresidente della Camera Simone Baldelli di Forza Italia, il quale ha aperto il giro degli interventi e dopo aver ribadito il proprio dissenso ha lasciato la riunione.

Si è astenuto Davide Caparini della Lega Nord, mentre hanno presenziato al voto ma senza parteciparvi Ferdinando Adornato (Ap), Gregorio Fontana (FI) e Raffaello Vignali (Ap). In base a quanto spiegato nel corso della riunione, gli uffici della Camera hanno lavorato in sinergia con la Corte di Cassazione per l’individuazione dei nomi, considerando anche il fatto che nel casellario giudiziale non vengono più conservati i dati di coloro che hanno superato gli 80 anni.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM