Anziana raggirata: “E’ morta per la vergogna”

Carla Galazzi mostra una foto con sua madre (Websource)
Carla Galazzi mostra una foto con sua madre (Websource)

Carla Galazzi, 66 anni, ha voluto denunciare a gran voce quello che è accaduto a sua madre Neva Spagna. L’anziana 89enne è stata raggirata lo scorso maggio con la truffa del falso avvocato e da allora non si è mai più ripresa. Uno choc troppo grande per la donna che non ha mai superato l’onta di quella vergogna fino al tragico epilogo con la morte avvenuta a settembre. La vicenda viene spiegata direttamente dalla figlia: “Un sedicente avvocato le comunicava che io avevo avuto un incidente e che avrebbe dovuto preparare dei soldi e l’oro che aveva in casa per pagare la cauzione e farmi uscire. Mia madre è rimasta tutto il giorno in attesa di questa visita, che fortunatamente non è avvenuta, non poteva telefonare perché la linea telefonica era tenuta occupata da questi personaggi, e solo nel tardo pomeriggio è riuscita a contattare mio marito chiedendo notizie sul mio ‘rilascio’. Questa vicenda ha segnato profondamente mia madre, che già attraversava un periodo di ‘stanchezza di vivere’ e ha sicuramente creato in lei la consapevolezza di essere diventata debole e incapace di gestirsi da sola. La sua vita è cambiata da quel momento e ha deciso di non voler più essere un peso per me. Ha rifiutato di continuare a vivere”. Poi Carla dà notizia di quella che è soltanto una magra consolazione: “Finalmente sono stati arrestati alcuni componenti di questa ignobile banda di truffatori che speculano sulla fragilità delle persone anziane che vivono sole. Auguro a questi ‘signori’ di avere la giusta pena per lo sconvolgimento che hanno creato in mia madre e nelle tante persone anziane che hanno truffato”.

F.B.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO