Bimba sul marciapiede con fratello e sorella, succede l’impensabile

(Websource/thesun.co.uk)
(Websource/thesun.co.uk)

Tre fratelli sono stati investiti, falciati da una macchina mentre camminavano tranquillamente sul marciapiede. Le vittime sono Dionne (17 anni), Harlow (2 anni) e Leon (5 anni). La più grande delle sorelle era andata con la piccola a prendere il fratellino a scuola. IL dramma si è consumato a Perthshire, in Scozia. Alcuni testimoni hanno affermato che i tre corpi giacevano sull’erba immobili: la strada è stata subito bloccata, i paramedici erano ovunque e l’ambulanza è dovuta arrivare ben due volte. Insomma, sin dal primo momento si era capito che la situazione era grave. Per la più piccola dei tre non c’è stato nulla da fare, mentre le altre due vittime sono in situazione abbastanza critica in ospedale. Mentre i tre fratelli camminavano sul marciapiede, una macchina guidata da un ragazzo 23enne che stava cercando di superare una colonna causata dal traffico ha perso il controllo, colpendo prima un’altra vettura e poi travolgere i tre. Pare che Dionne abbia subito un colpo tale da volare circa 10 metri lontano dal luogo dell’impatto, mentre fratello e sorella più piccoli sono stati schiacciati contro un muro. Il luogo dove sono stati colpiti è tristemente famoso per l’alta velocità delle persone al volante, nonostante in strada ci sia un limite di 30 miglia all’ora. Un rappresentante della sicurezza sulle strade ha confessato che quella strada è una vera e propria “trappola della velocità”. Venti anni prima un altro bambino era stato investito mentre era in bici da un guidatore che superava il limite. Purtroppo, a quanto afferma, si può anche abbassare la velocità consentita, ma se non si cambia la testa delle persone ogni limite può venire regolarmente infranto. Sara e Steven, genitori delle vittime, hanno altri due figli di 9 (Reo) e 13 anni (McKenzie). La tragedia arriva 11 anni dopo che la nonna dei piccoli, Elizabeth, era morta proprio in un incidente d’auto all’età di 42 anni. Tanto che il secondo nome della piccola Harlow era proprio Elisabeth in ricordo della nonna. Fiori e giocattoli sono stati portati sul luogo dell’incidente da tutta la comunità, in ricordo della piccola bambina di due anni. La polizia scozzese ha assicurato che le indagini sono in corso e che la situazione (un morto e due vittime gravi in ospedale) può essere particolarmente pesante per chi ha causato l’incidente.

S.L.

(Websource/thesun.co.uk)
(Websource/thesun.co.uk)
(Websource/thesun.co.uk)
(Websource/thesun.co.uk)
(Websource/thesun.co.uk)
(Websource/thesun.co.uk)
(Websource/thesun.co.uk)
(Websource/thesun.co.uk)