“I miei stupratori hanno inventato una bugia, voglio giustizia”

(websource/archivio)
(websource/archivio)

Nei giorni scorsi, una 22enne è stata stuprata a Chiari, in provincia di Brescia: per quell’episodio, tre richiedenti asilo di origini pakistane sono stati fermati e sono ora in carcere a Brescia. In base a quanto ricostruito, la violenza sarebbe avvenuta due sere fa nel parco pubblico del paese dell’ovest bresciano. La vittima è una ragazza di 22 anni italiana che li ha poi denunciati: “Non li avevo mai visti prima”, ha detto la giovane. I tre si erano provati a difendere sostenendo che la ragazza era consenziente e aveva anche accettato una somma di denaro.

“Quando ho cercato di allontanarmi mi hanno preso per un braccio e trascinata nel parco”, racconta oggi quella giovane al settimanale InChiariWeek, spiegando: “Mi hanno detto che volevano fare sesso e che erano pronti a darmi 30 euro”. Quei soldi, però, la ragazza dice di averli rifiutati, poi prosegue: “Quando ho cercato di allontanarmi mi hanno preso per un braccio e trascinata nel parco. Mi dicevano che se non stavo ferma mi avrebbero ammazzata. Mi hanno lasciata intorno a mezzanotte intimandomi di non raccontare nulla. Quando mi sono ripresa ho chiamato il mio fidanzato denunciando tutto”. La 22enne ha sete di giustizia e si lascia andare a una richiesta esplicita: “Devono pagare, anche con la castrazione chimica”.

Chiari è la stessa cittadina dove qualche giorno prima della violenza sulla 22enne era avvenuto un altro stupro da parte di un cittadino straniero che aveva sconcertato l’opinione pubblica: una donna di 87 anni è stata violentata da un 32enne romeno, residente a Castelcivati, sempre in provincia di Brescia, che secondo la ricostruzione in piena notte si è introdotto in casa dell’anziana. Qui, dopo aver prelevato dalla cucina un coltello, si è diretto verso la camera da letto, dove la donna in quel momento stava dormendo. Il romeno ha tappato la bocca dell’87enne con la mano, quindi sotto minaccia dell’arma l’ha costretta a subire un rapporto sessuale. In seguito l’ha minacciata di morte se avesse raccontato a chiunque quanto accaduto.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM