Cane chiuso in macchina, ma stavolta non è un male

(Websource/psdm.org)
(Websource/psdm.org)

Molte, troppe volte assistiamo ad episodi tragici di cani e (non solo) abbandonati in automobili, magari d’estate e sotto ad un sole infernale, con la tremenda canicola che più di una volta è risultata letale. La mancanza di acqua ed aria può essere letale, ed anche per questo è francamente assurdo pensare che c’è chi agisce così senza riflettere troppo sulle conseguenze. Cose del genere non dovrebbero succedere…per fortuna però ci troviamo a parlare di un episodio che, pur rientrando nella categoria, ha avuto dei risvolti decisamente diversi, e per fortuna in positivo. Un cane è stato lasciato da solo al chiuso in un’automobile, ma con un biglietto esposto in bella vista accanto al finestrino, scritto dal suo padrone. E ciò che c’era scritto sopra è stato sorprendente, a dir poco: “Per favore, non rompere il vetro. L’aria condizionata è accesa, ha dell’acqua e sta ascoltando la sua musica preferita”. Non è certo una scena alla quale si assiste di frequente, ed infatti anche per questo motivo una persona che si trovava a passare da quelle parti ha scattato una fotografia allo scopo di diffonderla sul web. E a dire il vero c’è anche una certa utilità sociale nel fare ciò, con la promozione di un comportamento che in questo frangente è risultato essere consono: il padrone è dovuto assentarsi, e nell’impossibilità di poter portare con se il proprio amico a quattro zampe lo ha lasciato in condizioni di sicurezza e di comodità nella propria vettura. La rete ovviamente si è scatenata nella solita ridda di dibattiti circa l’opportunità di lasciare un animale da solo in una macchina, nonostante le comodità. L’episodio si è svolto in Inghilterra e ha destato anche l’interesse dell’Ente di Beneficenza che tutela i diritti degli animali. L’associazione alla fine si è dimostrata benevola ha spiegato: “Ciascun caso è diverso, qui non possiamo dire se il cane fosse o meno in pericolo. Alcune auto sono adatte a far sentire a proprio agio gli animali e questa potrebbe essere una di quelle”.

S.L.