La scioccante “sorpresa” nel pollo precotto – FOTO

(foto dal web)
(foto dal web)

Una coppia di giovani sposi è rimasta disgustata dopo aver aperto e tagliato un pollo precotto acquistato da Tesco, che aveva dentro un verme morto. La moglie, Julie Finney, 26 anni e incinta del suo secondogenito, stava pulendo il pollo, costato meno di cinque sterline, quando ha notato la larva. Così, si è sentita male, è andata in bagno e ha vomitato, quindi per diverse ore ha avuto mal di stomaco. Le foto che mostrano la “sorpresa” sono finite in rete e divenute virali. Il pollo è stato acquistato dal compagno della donna, Nathan Varia, 27 anni, al centro commerciale Beaumont Leys a Leicester.

La donna ha raccontato che stava pulendo il pollo, quando si è accorta del verme, così ha chiamato il suo compagno, urlando, quindi è dovuta correre in bagno a causa del rigurgito causato dal disgusto per quanto aveva appena visto. “Io non avevo notato nulla di insolito”, ha spiegato Nathan Varia, spiegando che mentre la compagna preparava cena, lui giocava con la figlia di pochi mesi e ha sentito improvvisamente quell’urlo, che lo ha spaventato, anche perché Julie Finney è incinta di cinque mesi.

L’uomo si è poi recato da Tesco per lamentarsi di quanto aveva trovato, ma ha rifiutato però il rimborso che gli è stato offerto dalla grande catena di supermercati. Nel frattempo, da Tesco fanno sapere di aver avviato un’indagine interna per capire chi possa aver congelato il pollo precotto senza accorgersi della presenza della larva, mentre la preoccupazione della coppia va alle conseguenze che quanto accaduto potrebbe avere per il piccolo che Julie Finney porta in grembo.

Una vicenda simile è accaduta qualche tempo fa anche in Italia, a Marsala, dove un gruppo di cinque amici -tre ragazze e due ragazzi – hanno comprato da un supermercato tre polli, ma mentre li mangiavano hanno scoperto che al loro interno c’erano diversi vermi. Due dei giovani protagonisti della disavventura sono stati poi costretti a far ricorso alle cure dei sanitari del Pronto soccorso dell’ospedale “Paolo Borsellino” a causa dell’intossicazione alimentare.

GM