Abusi sessuali su una 13enne con la madre che sapeva tutto

tiziana-cantone-7

Da Rimini arriva una brutta storia di abusi sessuali ai danni di una minorenne. Sembra una storia di fantascienza e invece, purtroppo, è tutto vero. Una ragazzina di 13 anni è rimasta incinta al termine di una breve relazione con un 35enne, interrotta dall’uomo non appena scoperto della gravidanza della giovane. Peraltro, non si tratta di un flirt clandestino, consumato di nascosto, ma bensì alla luce del sole, visto che i parenti dell’adolescente, ma soprattutto la mamma, sapevano tutto. L’uomo, infatti, avrebbe spesso frequentato la casa della giovane, con la donna presente e consenziente. Il tutto si è poi concluso lo scorso agosto quando la 13enne è stata accompagnata dal genitore e da altri parenti in ospedale per una visita. Qui si è scoperta la sua gravidanza e subito dopo il tutto è stato segnalato alla Procura di Rimini, che ha immediatamente indagato sulla vicenda. È scattata dunque l’indagine per violenza sessuale a carico del 35enne, al momento solo identificato, coordinata dal sostituto procuratore Davide Ercolani. Alcuni parenti della giovane sono stati ascoltati in Procura e hanno confermato questa relazione. Peraltro, ora rischia di essere denunciata per concorso in violenza sessuale anche la mamma della ragazzina, in quanto consenziente, non avendo denunciato l’uomo,. Ricordiamo che la legge configura tale reato anche in assenza di abuso sessuale se il minore è inferiore ai 14 anni.

M.O.