Richard Hoagland, 23 anni fa (foto dal web)

Richard Hoagland, 23 anni fa (foto dal web)

Nel 1993 Richard Hoagland scomparve dalla sua casa di Indianapolis, negli Stati Uniti. Passarono mesi di silenzio, poi anni e nel 2003 venne dichiarato morto. A distanza di 23 anni, emerge una sconcertante verità: l’uomo aveva cambiato casa e identità e si era risposato in un altro Stato. Adesso Richard Hoagland, a 63 anni, è finito in manette per frode. La seconda moglie Linda racconta cosa avvenne 23 anni fa: “Ero al lavoro, gli chiesi si aspettarmi, ma lui mi disse che non c’era tempo. Ho controllato gli ospedali di tutta la città, ma lui sembrava sparito. Per i primi tempi abbiamo pensato che sarebbe tornato. Inviava bigliettini di auguri ai ragazzi per il compleanno, ma poi non si fece più sentire”.

Dieci anni dopo la sua scomparsa, Richard Hoagland venne dato per morto e solo successivamente Linda si rifece una vita, risposandosi. Ora emerge la verità: l’uomo si era rifugiato in Florida rubando l’identità di Terry Symansky, un pescatore di Palm Beach senza moglie né figli, morto in circostanze misteriose nel 1991. Dopo un po’, aveva sposato Mary Hickman con cui ebbe un figlio e la famiglia si stabilì a Zephyrhills, dove vive tuttora. Se non fosse comparso sulla scena un nipote del vero Terry Symansky forse l’inganno non sarebbe mai stato svelato.

Solo dopo che gli agenti lo hanno arrestato, la moglie Mary – ignara di quasi tutto il passato di Richard Hoagland – ha trovato in una valigetta in cui teneva nascosti i suoi ‘segreti’. Chris Nocco, sceriffo di Pasco, ha così commentato l’accaduto: “È un codardo e un egoista che ha vissuto nell’inganno. Si tratta di una persona che ha vissuto la sua vita per distruggere gli altri”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM