“Sausage party – Vita segreta di una salsiccia”: recensione

sapty_onesheet_dataArriva oggi nelle sale italiane il cartoon più politicamente scorretto, demenziale, irriverente e pornografico di tutti i tempi.

Stiamo parlando di Sausage party – Vita segreta di una salsiccia, prodotto da Annapurna Pictures, animato da Nitrogen e creato da Seth Rogen e da Evan Goldberg.

Nel film, il würstel Frank attende come tutti gli altri alimenti situati sugli scaffali di un supermercato, di essere scelto da un essere umano, magari in compagnia della panina Brenda.

Il punto è che da sempre i generi alimentari credono che gli umani in realtà siano degli dèi e che, prima o poi, li porteranno via in un magico Oltre, ma ovviamente si sbagliano di grosso. Così, quando capiranno di essere destinati a fare da pranzo o da cena, metteranno in atto un piano per vendicarsi.

Negli States, il film è stato vietato ai minori di 17 anni a causa del continuo turpiloquio e oscenità varie. Infatti, le volgarità di Sausage party battono di gran lunga quelle delle sfrontate produzioni animate per adulti come Beavis & Butt-Head, ma di fondo stancano e annoiano, nonostante alcune gag divertenti e battute più o meno riuscite.

t-exclusive-sausage-partyL’intera narrazione è infarcita di riferimenti sessualmente espliciti, e a suon di lavande vaginali impazzite, bagel ebrei omosessuali, lavash musulmani severi e gay, taco con tendenze lesbo e persino un chewing gum rosa su una sedia a rotelle rassomigliante a Stephen Hawking, il film punta su un concetto pratico: forse l’aldilà non esiste, allora tanto vale godersela finché dura.

Arricchiscono le scene sul food porn al limite del buon gusto, i brani di band leggendarie degli anni Ottanta, come gli Spandau Ballet e gli Wham!, nonché un piccolo cameo del cantante e attore Meat Loaf.

In poche parole, se cercate un cartoon anticonformista, allora Sausage party – Vita segreta di una salsiccia fa proprio al caso vostro, perché qui nulla è lasciato all’immaginazione! Vedere per credere!

Silvia Casini

© Riproduzione Riservata