“Filippo sapeva conquistare tutti con il suo sorriso”

Filippo Corsini (foto dal web)
Filippo Corsini (foto dal web)

“Aveva una grande capacità di conquistare tutti con un sorriso. Ed aveva la forza di tradurre in chiave moderna l’esempio avuto dalla famiglia”, così i parenti ricordano Filippo Corsini, 21 anni, discendente dei principi Corsini, una delle famiglie più antiche e nobili di Firenze, morto a Londra in un incidente stradale. Il giovane amava i cavalli e aveva una predisposizione quasi naturale a entrarvi in sintonia, inoltre aveva una naturale intesa con l’ambiente in cui era nato, fra campi e vigne.

Il 21enne, che viveva con la famiglia nella storica dimora di villa reale di San Casciano Val di Pesa, in provincia di Firenze, si trovava nel Regno Unito per un periodo di studi all’estero presso la Regent’s University of London. E’ stato investito in circostanze ancora poco chiare da un mezzo pesante mentre stava come ogni giorno attraversando Londra in sella alla sua bicicletta.

Filippo Corsini era attivo anche nel mondo del volontariato con l’onlus Abc, che si occupa di bambini con la malattia genetica Cri du Chat. A loro i genitori del ragazzo chiedono che vengano fatte offerte in occasione dei funerali. Nel mondo imprenditoriale, invece, aveva da poco dato vita al suo primo vino, chiamato «Fico», vendemmia 2015, per il quale si era fatto disegnare una speciale etichetta da sua zia Fiona Corsini di San Giuliano.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM