Terremoto, pompieri avranno un meritato riconoscimento

(FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)
(FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Per il grande impegno profuso nei giorni del sisma del 24 agosto prima e in questi giorni, in seguito alle scosse del 26 e 30 ottobre, il Capo dello Stato Sergio Mattarella conferirà la Medaglia d’oro alla Bandiera dei Vigili del fuoco. A renderlo noto è stato il sottosegretario all’Interno Giampiero Bocci, visitando il Comando provinciale dei Vvf ad Ascoli Piceno. La cerimonia si svolgerà a Roma il primo dicembre prossimo, presso la sede delle Scuole Centrali Antincendio dei Vigili del fuoco.

Nel corso dell’incontro, il sottosegretario ha evidenziato: “Sono qui per ringraziarvi. Siete stati impegnati in un’emergenza forte e il vostro contributo è stato determinante per salvare tante vite umane”. Nell’area di Amatrice, così come in quella tra Marche e Umbria, i pompieri hanno lavorato in maniera encomiabile e proprio per tale ragione ora ricevono il meritato riconoscimento. Il sottosegretario, che era accompagnato dal prefetto di Ascoli Piceno Rita Stentella, è stato accolto in caserma dal comandante provinciale dei dei vigili Mauro Malizia. Nel suo discorso, Bocci ha evidenziato che “è un riconoscimento che si deve anche a voi per l’opera che dal 24 agosto state portando avanti”. Non mancano però le polemiche poiché come è noto quello dei vigili del fuoco è un lavoro tanto rischioso quanto sottopagato. Antonio Brizzi, segretario generale del sindacato Conapo dei Vigili del fuoco va all’attacco: “Essendo le nostre famiglie in difficoltà poiché lo Stato da decenni ci paga con 300 euro al mese in meno degli altri corpi, abbiamo provato a fare acquisti con le numerose medaglie che già abbiamo ma nessuno ce le ha accettate, ora chi lo dice alle nostre mogli che al posto di provvedimenti legislativi di giusta equiparazione retributiva con gli altri corpi ci rifilano l’ennesima medaglia?”. Antonio Di Malta, segretario provinciale Conapo Agrigento aggiunge: “Nella legge di bilancio Renzi, nonostante i suoi abbracci pubblici ai vigili del fuoco non ha messo un solo centesimo per questo scopo e lo consideriamo un affronto. Eppure non chiediamo privilegi, solamente avere la stessa dignità istituzionale, retributiva e pensionistica che hanno gli altri corpi e siamo certi che tutti i cittadini ne sarebbero felici. Il presidente Mattarella sa che i vigili del fuoco sono in questa condizione e che la medaglia suona come l’ennesimo paradosso? Noi continueremo a servire il paese senza fermarci perché la sicurezza dei cittadini è per noi missione di vita, ma a questo punto ci appelliamo anche al presidente della Repubblica”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM