“Truffe agli anziani, un reato davvero odioso”

Sergio Mattarella (Sean Gallup/Getty Images)
Sergio Mattarella (Sean Gallup/Getty Images)

Attraverso una lettera del suo portavoce, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, interviene sul tema delle truffe agli anziani: “Si tratta di un crimine odioso che non si limita solo a colpire l’aspetto patrimoniale di persone deboli, ma le ferisce profondamente nell’animo, a volte con gravi conseguenze di carattere psicologico e sociale”. La lettera è indirizzata al Quotidiano Nazionale, che “con i suoi articoli e le sue inchieste, sta compiendo una azione meritoria: accendere i riflettori su un fenomeno diffuso, ma non sempre conosciuto nella sua pervasiva pericolosità, vuol dire anche compiere una fondamentale azione di prevenzione nei confronti delle categorie più a rischio”.

Alla lettera di Mattarella replica proprio il giornale, spiegando che “la campagna del Qn contro i truffatori degli anziani è iniziata il 15 ottobre scorso con uno scopo: ottenere un considerevole inasprimento delle pene. Le aggravanti ci sono, ma non bastano per tenere in cellachi raggira i nostri anziani. Dodici milioni di over 70 in Italia, spesso obiettivi ghiotti di malviventi, perché qualche soldo da parte ce l’hanno. Molti subiscono in silenzio e si tolgono la vita per la vergogna e il dolore”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM