Alessandro, gesto di grande solidarietà per i terremotati

(Facebook)
(Facebook)

Alessandro Fusi è un architetto maremmano di 30 anni che per motivi di lavoro vive a Londra. Il giovane ha avuto una bella idea per stare vicino in modo molto concreto alle popolazioni terremotate. In un’epoca nella quale il massimo della solidarietà che molte persone riescono ad esprimere è un post su Facebook, lui ha invece deciso di fare qualcosa di decisamente più tangibile. Alessandro infatti ha un appartamento sfitto a Grosseto e ha deciso di mettere a disposizione la sua abitazione per quelle persone che a causa del sisma si sono ritrovate senza un tetto sotto a cui dormire. E’ lui stesso a spiegare la sua idea: “Se qualcuno ha familiari, amici o conoscenti, vittime del terremoto, senza una casa e che sono in attesa di una sistemazione migliore fornita dal Governo, può contattarmi. AirBnb dovrebbe fornire ancora una volta la possibilità di concedere provvisoriamente e a titolo gratuito i propri appartamenti per l’emergenza terremoto. Grosseto non è esattamente dietro l’angolo ma la mia casa è vuota e disponibile”. AirBnb è un sito web che permette a chi ha una o più camere disponibili nella propria abitazione di affittarle. In occasione del terremoto del 24 agosto si attivò con la concessione gratuita della home sharing. Questa volta la piattaforma non si è ancora pronunciata e per il momento non ha ancora fornito la possibilità di ospitare direttamente. Alessandro Fusi al di là della partecipazione di AirBnb all’iniziativa fa sapere di avere messo a disposizione casa propria in affitto a zero euro.

F.B.