Caso Ragusa, clamorosa novità sul marito e l’amante

Logli e Sara (foto dal web)
Logli e Sara (foto dal web)

Tra poche settimane ci sarà l’udienza in cui si deciderà se rinviare o meno a giudizio Antonio Logli, l’uomo accusato di aver ucciso la moglie Roberta Ragusa e di averne poi fatto sparire il corpo. E proprio a ridosso di questo importante momento della vicenda giudiziaria arrivano clamorose novità in merito alla relazione dell’uomo con Sara Calzolaio, babysitter dei due figli e amante di Logli all’epoca dell’omicidio. Infatti la donna che pochi giorni dopo la scomparsa di Roberta Ragusa si trasferì a vivere nella sua casa a Gello di San Giuliano Terme pare abbia troncato la relazione con l’uomo e se ne sia andata dall’abitazione. La vicenda assume una valenza particolare sia per la tempistica nella quale avviene sia perché il ruolo della donna nell’intera vicenda è tutt’altro che marginale dato che il movente principale che porta all’accusa nei confronti di Logli è proprio la relazione extraconiugale con Sara. Nonostante il legale di Antonio Logli, Roberto Cavani, abbia smentito l’indiscrezione – “Voglio e devo smentire che sussista una crisi familiare tra il mio assistito signor Antonio Logli e la signorina Sara Calzolaio. Quest’ultima si riserva di adire le vie legali contro chi sostiene il contrario” – molti osservatori sostengono che la Calzolaio possa aver dubitato pesantemente dell’innocenza del suo compagno. E a riprova di questa tesi viene portata l’intercettazione del 2013 pubblicata dal settimanale Giallo nella quale ara parla così all’uomo: “Io la mano sul fuoco la metto per me, perché so che quella notte dormivo. Ci sono troppe cose che non tornano, Antonio…”. Adesso in attesa della conferma della notizia si ceca di capire se il suo allontanamento da Logli possa essere il primo passo verso una nuova collaborazione con gli inquirenti presso i quali fino a questo momento la donna aveva sempre sostenuto di credere nell’innocenza del suo amante.

F.B.