Genova, genitori della bimba morta contro il personale medico

Sisse Brimberg/Cotton Coulson/Keenpress
Sisse Brimberg/Cotton Coulson/Keenpress

Tragico evento a Genova, dove una bimba di otto mesi è stata trovata senza vita all’interno del suo lettino. I genitori della sfortunata piccola hanno accusato i medici del 118 di non essere intervenuti con la dovuta tempestività per salvarle la vita. Il tutto è avvenuto nella tarda serata di ieri a Voltri. Tutto era cominciato con una tosse manifestatasi alle ore 22:30 e divenuta sempre più violenta. La bambina, ultima di sei figli (e non di cinque come appreso precedentemente) non accennava a migliorare e secondo quanto raccontato dai genitori, la stessa coppia si è convinta a richiedere ben presto l’intervento dei dottori. La prima telefonata al 118 è partita alle ore 23:00, mezz’ora dopo i primi sintomi del malessere, ma il personale si è presentato solamente alle 23:30 nonostante la centrale operativa del soccorso sanitario affermi che l’ambulanza abbia impiegato 15 minuti per giungere a destinazione. Il medico di turno però ha a sua volta avuto bisogno di ulteriori 20 minuti per arrivare sul posto a causa di una contemporanea emergenza da codice rosso. A questo scopo è stata chiamata un’altra automedica dall’ospedale di Sampierdarena, cosa che ha causato il ritardo. La coppia che ha perso la figlioletta è stata ascoltata dalla Polizia ed il magistrato di turno ha disposto l’avvio di una indagine.

S.L.