Pubblicano selfie felici e spensierati, poi il bagno di sangue

(Archivio/Websource)
(Archivio/Websource)

Si scambiano effusioni e baci e per suggellare questi momenti di affetto scattano un selfie per pubblicarlo in rete. Subito dopo si tolgono la vita. E’ successo ad una coppia di adolescenti a Rose Valley Lake, circa 80 miglia a nord di Harrisburg, in Pennsylvania. Annika Monique e Brenden Shipman avevano sedici anni e la polizia ha ritrovato i loro corpi nel pomeriggio di martedì 1 novembre in un’auto parcheggiata proprio in questa zona. Insieme alle due salme era presente anche una pistola. Le prime ipotesi avanzate fanno supporre che si sia trattato di un suicidio dei due ragazzi. Sui due corpi sono state rinvenute diverse ferite auto inflitte. L’ultimo gesto compiuto dai due sembra essere stato quello di pubblicare sulle rispettive pagine Fabebook i selfie che li ritraevano felici e sorridenti scambiarsi effusioni. I due giovani quella sera non hanno più fatto ritorno nelle loro abitazioni. La mattina seguente la denuncia da parte dei genitori e in seguito la scoperta dei corpi da parte delle forze dell’ordine. Quale sarà stato il motivo che ha spinto i due ragazzi a togliersi la vita? Ancora non si è riusciti a dare una risposta a questo interrogativo. Nelle ultime ore sono stati moltissimi i messaggi che, sempre sui social network, gli amici dei due giovani hanno pubblicato per dar voce al proprio cordoglio e al dolore per la perdita di Annika e Brenden.
BC

(Archivio/Websource)
(Archivio/Websource)