Puglia, mamma e tre bimbi in un lago di sangue

 

o-asher-facebook

Tragedia a Bitonto, un comune in provincia di Bari, in Puglia. Attorno alle 7.30 di questa mattina, un tunisino di 40 anni ha ucciso a coltellate sua moglie, una 29enne residente nella cittadina pugliese, con presenti in casa anche due dei loro tre figli. Successivamente il marito ha tentato il suicidio buttandosi dal balcone. Ora è ricoverato, ma non è in gravi condizioni. Il tutto è accaduto in via Pertini, a pochi passi dalla stazione dei carabinieri. La famiglia viveva al terzo piano dello stabile assieme alla mamma della donna. Sul posto, per i rilievi del caso sono immediatamente giunti i carabinieri e anche gli agenti del commissariato. Nell’appartamento sono arrivati, appena saputa la notizia,  anche i parenti della vittima, che si sono scagliati con violenza contro il tunisino. Peraltro c’è un precedente che in qualche modo poteva far presagire questa tragedia, visto che già nella serata di martedì 2 novembre i carabinieri erano intervenuti per sedare una violenta lite tra i due. Poco prima della tragedia, il più grande dei tre figli, che ha otto anni, era uscito per andare a scuola.

M.O.