Morte della piccola Astrid: il papà vuole la verità

La piccola Astrid (foto dal web)
La piccola Astrid (foto dal web)

C’è una svolta nel caso della morte della piccola Astrid, la bambina di soli due anni e mezzo è morta dopo essere stata azzannata da un cane. Il fatto è accaduto a San Martino al Tagliamento a maggio dello scorso anno. La bimba era andata con la mamma a trovare una zia materna. La bimba stava giocando in giardino con la cuginetta quando improvvisamente è stata aggredita dal cane della zia, un pastore tedesco che era addestrato alla guardia. E’ stata la cuginetta a richiamare l’attenzione degli adulti con le sue urla. I parenti sono arrivati subito e hanno separato l’animale dalla bambina, chiudendolo in gabbia. Sono stati chiamati i soccorsi, ma la piccola è morta poco dopo il ricovero in ospedale.

Ora per quella morte sono finiti sotto processo lo zio Loris Truant, proprietario del cane, e la madre Mara Menotto, che era appunto presente al momento della tragedia, con l’ipotesi di concorso in omicidio colposo per omessa vigilanza dell’animale. La richiesta di rinvio a giudizio avanzata dal pubblico ministero Maria Grazia Zaina è stata accolta nell’udienza preliminare del giudice Alberto Rossi. In aula, rappresentato dall’avvocato Daniela Lizzi, ci sarà anche il papà della bambina, Pietro Guarini, che si è costituito parte civile. Il dibattimento sarà avviato a febbraio.

Nei giorni scorsi era avvenuto un drammatico episodio, molto simile a quello della piccola Astrid: una piccola bimba azzannata da un rottweiler dopo aver bussato alla porta per il famoso ‘dolcetto o scherzetto’ di Halloween. La piccola, aggredita non appena la porta gli si è aperta davanti, è stata poi salvata dal tempestivo intervento di un vicino di casa del palazzo, che poi si è scoperto essere il nonno della piccola. L’uomo 66enne, poi rimasto ferito anche lui, ha afferrato un coltello da cucina e ha ucciso il cane. L’anziano, per tale ragione, è stato accusato di maltrattamento di animali.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM