Prove di funerale da viva: “Il giorno più bello”

(Websource / Sun)
(Websource / Sun)

L’esperienza, singolare quanto si vuole, faceva parte della sua “lista di cose da fare prima di morire”. E siccome ogni promessa è un obbligo, Vera Lucia da Silva l’ha realizzata. La 44enne casalinga brasiliana è infatti balzata agli onori della cronaca per aver tenuto il proprio funerale da viva, nonostante la (comprensibile) contrarietà del marito. Alla cerimonia sono venuti molti suoi amici e familiari, e a quanto pare è stata un successo: lei stessa l’ha considerato “il giorno più bello della mia vita”.

Per l’occasione la donna si è ben truccata e ha indossato un elegante abito bianco e va da sé che gli invitati (a loro volta in abbigliamento di circostanza) non hanno potuto che trattenere a stento il riso davanti alla sua bara in quel di Camocim, in Brasile. “Volevo tenere il mio funerale 14 anni fa – ha raccontato la diretta interessata – .  Ho aspettato a lungo e non riesco a credere che alla fine questo desiderio si sia realizzato”. “Per coronare il mio sogno – ha aggiunto – ho chiesto al responsabile dell’impresa funebre si coprire la cassa da morto con il suo coperchio e di portarmi un po’ in giro, come se dovessero accompagnarmi in cimitero”. L’esperimento non è stato privo di effetti collaterali: qualcuno, troppo preso dalle circostanze e compreso nel suo ruolo, è scoppiato in lacrime, confondendo sogno e realtà. Ma anche questo, si sa, fa parte del gioco…

(Websource / Sun)
(Websource / Sun)
(Websource / Sun)
(Websource / Sun)

EDS