Serena e Francesco, un amore spezzato in piena notte

Francesco Pio Conte e Serena Ingrosso, la giovane coppia morta nell'incidente (Facebook)
Francesco Pio Conte e Serena Ingrosso, la giovane coppia morta nell’incidente (Facebook)

Emergono nuovi terribili dettagli sul drammatico incidente avvenuto questa notte sulla strada che collega Caprarica a Calimera, all’altezza dello svincolo per Castrì, a pochi chilometri da Lecce. I due giovani fidanzati che viaggiavano a bordo della Mini sono Francesco Pio Conte, 24 anni, di San Donato di Lecce, e Serena Ingrosso, 23 anni, di Galugnano. I due erano a bordo della loro auto quando ad un incrocio si sono scontrati con un’Alfa 159 condotta da un 30enne di Vernole, G.R., ricoverato in codice rosso all’ospedale Vito Fazzi di Lecce e poi dimesso con una prognosi di dieci giorni. In base ai primi rilievi e alle prime indiscrezioni pare che l’uomo che ha provocato l’incidente sia risultato positivo al test degli oppiacei. Un dato che se confermato potrebbe ovviamente cambiare tutta la prospettiva dell’incidente. Alcune fonti sostengono che la positività fosse dovuta all’assunzione di alcune antistaminici, ma al di là di questo dettaglio bisognerà comprendere in che modo la sua capacità di guidare fosse alterata e se il fatto di mettersi al volante sia stato un azzardo costato evidentemente molto caro. Purtroppo una cosa invece rimane certa. Il fatto che i due fidanzatini Francesco e Serena sono morti. Il pm ha disposto l’autopsia sul corpo del ragazzo che era alla guida per chiarire meglio tutti gli aspetti di questa tragedia. Le famiglie dei due ragazzi morti e del 30enne hanno già assunto gli avvocati e si preparano ad una triste, ma necessaria battaglia legale.

F.B.