Olena Matsneva (Websource/Siberian Times)

Ha tagliato la testa al suo rivale in amore per poi mostrarla, a mo’ di trofeo, alla fidanzata. Siamo in Russia, dove il 16enne Nikita Rasskazov ha decapitato il 19enne Artyom Shustov dopo aver scoperto il tradimento con la sua fidanzata 17enne Olena Matsneva. I due giovani avevano discusso e si erano dati appuntamento in un parco a Komsomol’sk-na-Amure, nell’estremo oriente russo, come riferisce il Siberian Times: proprio in quell’occasione Nikita ha decapitato il suo rivale in amore per poi inviare una foto alla sua fidanzata. Dopo aver ucciso l’altro ragazzo, il 16enne ha riposto la testa in un sacchetto dell’immondizia e l’ha portata a casa nel suo zaino, ma solo dopo aver nascosto il cadavere del malcapitato nel parco. Una volta a casa, il giovane ha mostrato la prova di amore alla sua Olena. Quest’ultima, però, non ha avuto una reazione lusingata, come lui forse sperava: lo ha subito denunciato alle forze dell’ordine. La ragazza ha poi confessato alla Polizia di aver fatto sesso orale con la vittima e che questo avrebbe fatto impazzire di gelosia il suo fidanzato. Ma – ha aggiunto – lei stessa mai avrebbe pensato che potesse arrivare a tanto. Il 16enne, interrogato dagli agenti, ha confessato ogni colpa e ora è accusato di omicidio.

EDS

 

Nikita Rasskazov (Websource/Siberian Times)

 

(Websource/Siberian Times)