Come non pagare le multe? Studente inventa un sistema

(Archivio/Websource)
(Archivio/Websource)

Qualche mese fa si era diffusa tra gli italiani una trovata che permetteva ai guidatori di risparmiare su bollo e assicurazione, e soprattutto di non pagare le multe. Oggi un altro tentativo in questa direzione arriva da oltre oceano. Aveva inventato un modo senz’altro ingegnoso per sottrarsi al pagamento delle sanzioni, eppure non è riuscito a farla franca a lungo. E’ successo ad uno scaltro studente americano che aveva escogitato, per non pagare le multe, un sistema che prevedeva la compilazione e poi la stampa al pc di documenti del tutto simili alle sanzioni lasciate dalle forze dell’ordine sulle autovetture situate in divieto di sosta. Multe false dunque, ma del tutto simili a quelle utilizzate nel suo Paese. Questi modelli venivano quindi posti dal giovane sul tergicristallo della propria auto, laddove fosse situata in una posizione irregolare, in modo tale da evitare che il vigile si fermasse e replicasse così la sanzione. Lo studente però, soddisfatto di aver trovato il metodo che gli impedisse di corrispondere le odiate sanzioni, ha deciso di vantarsene con amici e parenti, fino a diffondere la sua trovata su internet, pubblicandola sulla propria pagina Facebook. Ma anche le forze dell’ordine fanno uso di social network. Non è stato dunque per loro difficile venire a conoscenza dell’inganno e sanzionare chiunque abbia ricorso al medesimo stratagemma.
BC