Boldrini sotto accusa: “Ci esclude dal dibattito”

Laura Boldrini (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)
Laura Boldrini (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Laura Boldrini ha invitato 600 sindaci italiani a Montecitorio in un evento organizzato dall’Anci nazionale in collaborazione con la Camera dei Deputati. Al dibattito, nei giorni scorsi, sono stati invitati a partecipare anche i sindaci dei paesi colpiti dal terremoto del 25 e 30 ottobre scorsi, ma non – secondo quanto denuncia Massimiliano Fedriga, capogruppo della Lega Nord – quelli del Carroccio. O almeno, questi sindaci non saranno coinvolti nel dibattito sull’immigrazione: “Ci aspettavamo un ravvedimento da parte della presidente della Camera e invece c’è stata solamente l’ennesima presa in giro. La realtà invece è che nella sessione che tratta di immigrazione parleranno solamente sindaci del Pd come Merola, Gori e Nicolini”.

La Boldrini finisce dunque di nuovo sotto accusa e Fedriga sottolinea: “Spiace che la Boldrini, proprio in virtù del suo ruolo istituzionale, invece di essere garante del pluralismo e della democrazia, abbia preferito proseguire con un monologo, con un pensiero unico pro domo sua”. La pensa come lui l’ex ministro Renato Brunetta, che rileva infatti: “La manifestazione di oggi alla Camera, una bella e importante iniziativa, è stata purtroppo trasformata in qualcosa di parte”. La terza carica dello Stato sembra però sicura del fatto suo e tira dritto, sottolineando in apertura di seduta: “Questa visione di una democrazia diffusa, partecipata, responsabile ha le sue fondamenta proprio nei Comuni”.

Laura Boldrini ha proposto quindi che durante la discussione in Parlamento della Legge di Stabilità vengano inserite nel testo ” le proposte che avanzate voi sindaci”. Poi ha aggiunto: “Tutti, ciascuno con le proprie idee e i propri programmi, dobbiamo concorrere al cambiamento di cui l’Italia ha bisogno”. Nel suo intervento c’è spazio per Europa e migranti, austerità e partecipazione. “Il potere e le responsabilità vanno diffusi fino a prevedere un sempre maggiore coinvolgimento dei cittadini nel processo decisionale”, ha detto. Poi ancora: “Le politiche di austerità hanno comportato, in Italia e in Europa, tagli e restrizioni al sistema di protezione sociale”. Secondo la Boldrini, “è necessario rafforzare in tutta Italia l’integrazione degli immigrati”, inoltre – facendo riferimento ai fatti di Gorino – per la presidente della Camera occorre “governare il fenomeno oppure prevarrà il rifiuto”. Parole alle quali replica via social Matteo Salvini: “Disgustoso show in diretta Rai della signora Boldrini. Già, alla signora gli italiani non interessano…”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM