Terremoto, una grande opera d’arte è sparita

(Websource/archivio)
(Websource/archivio)

Incredibile, ma vero, una grande opera d’arte è sparita in seguito ai disagi dovuti al terremoto. Il tutto si è verificato a Nottoria di Norcia, in provincia di Perugia, dove a quanto pare è stato trafugato un dipinto del ‘600. I Carabinieri del Nucleo di tutela del patrimonio artistico stanno già lavorando per capire chi si celi dietro al furto del “Perdono di Assisi” (1631), del pittore francese Jean Lhomme, che lavorò per Papa Urbano VIII.

La tela è praticamente scomparsa, certo gli inquirenti non escludono che possa essere stata prelevata da qualche amatore che l’ha messa in salvo in previsione di altre scosse. Le forze dell’ordine sono state allertate grazie ad un post su Facebook che ne segnalava il furto nella chiesa di Santo Stefano, il 30 ottobre. Attualmente del famoso quadro resta solo il telaio e la cornice d’opera. Nel 1989, il professore Alberto D’Atanasio analizzò proprio l’opera del pittore francese e oggi ne ha denunciato la sparizione. Purtroppo il problema sciacalli in queste situazioni è sempre presente. Qualche giorno fa ad esempio vi avevamo raccontato di due uomini, un moldavo e un romeno che con una cassetta contenente attrezzi da scasso si aggiravano con fare sospetto per le strade di Ussita. A Tolentino e a Camerino per ovviare tale problematica, i Carabinieri stanno utilizzando un drone che si aggira per il paese tenendo sotto controllo tutto.

Antonio Russo