“Hai abusato della mia bimba, io ti ammazzo”

Jay Maynor mentre viene giudicato in tribunale per aver ucciso il pedofilo che violentò la figlia (Mirror)
Jay Maynor mentre viene giudicato in tribunale per aver ucciso il pedofilo che violentò la figlia (Mirror)

Jay Maynor, 43 anni, è il papà di una ragazza che oggi ha 24 anni ed è mamma di tre figli. Quando aveva solo 4 anni la bimba venne violentata per ben 5 anni da Raymond Earl Brooks, 59 anni, un uomo che la piccola considerava in sostanza come un nonno e del quale tutta la famiglia si fidava ciecamente. Raymond ammise le sue colpe e venne condannato a 2 anni di carcere, 27 mesi per l’esattezza. Una pena decisamente lieve e considerata del tutto iniqua da parte di Jay, il papà della bimba abusata. L’uomo in preda all’ira per questa situazione decise così di farsi giustizia da solo ed uccise sparandogli lo stupratore della figlia. La sua furia era talmente cieca che provò prima ad uccidere un altro uomo che aveva scambiato per il pedofilo. Adesso l’uomo è stato accusato di omicidio volontario di Raymond Earl Brooks e di tentato omicidio dell’altro malcapitato. Ora il padre che ha tentato di farsi giustizia da solo è stato condannato a 40 anni di carcere, una pena durissima che sta sollevando molte polemiche in Alabama, lo Stato americano teatro di questa vicenda. La figlia ha preso subito le parti del papà: “Il mio è un padre meraviglioso, il migliore. Purtroppo per quanto mi riguarda ogni giorno rivivo quei momenti, la mattina fatico ad alzarmi dal letto. Ho provato una terapia ma non ha funzionato”. Senza dubbio la giustizia privata va stigmatizzata e non è mai la soluzione. Certo è che in questi casi tutte le nostre consapevolezze vacillano e di fronte ad una pena così iniqua (quella inflitta al pedofilo violentatore) trema anche la parte più garantista che è in noi.

Raymond, l'uomo che abusò della bambina dai 4 ai 9 anni
Raymond, l’uomo che abusò della bambina dai 4 ai 9 anni

F.B.