Anziana cade e batte la testa, ma l’ambulanza non arriva mai

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:03
L’anziana a terra coperta dai cappotti dei passanti che l’hanno tenuta al caldo (Websource)

Momenti drammatici oggi a Roma quando Gloria, una signora di 74 anni, è inciampata sbattendo con forza il volto a terra nel parcheggio del centro commerciale Euroma 2. La donna è caduta a terra in modo molto violento e poi è rimasta lì, sull’asfalto, al freddo, con il volto insanguinato. E’ rimasta in quello stato per un tempo che sembrava infinito, senza che nessuno potesse aiutarla e in attesa di un’ambulanza che non arrivava mai. Per fortuna alcuni passanti, vedendo la scena, si sono fermati, togliendosi i cappotti per coprirla. Gianluca Valletta, assistente capo di polizia penitenziaria, in quel momento si trovava al centro commerciale per lo shopping natalizio e racconta: “L’ho vista crollare a terra all’improvviso e quando mi sono avvicinato aveva il volto coperto di sangue ed era semicosciente. Ho chiamato subito un’ambulanza”. Dopo un’ora di attesa un’altra chiamata: “Non è arrivato nessuno. Ho richiamato il 118 altre due volte, alla fine mi hanno detto che non avevano barelle a disposizione. Qui fa molto freddo e non sappiamo come comportarci. Ce la porterei io, all’ospedale, ma ho paura a spostarla”. Alla fine l’ambulanza è arrivata e la signora, che è stata trasportata in ospedale con grave ritardo, se l’è cavata con qualche ferita, tanta paura e tanto freddo. Ma se il caso fosse stato più grave e il trauma cranico avesse avuto altre conseguenze aggravate dal clamoroso ritardo dell’ambulanza?

F.B.