Tempi stretti per chi non vuole pagare il Canone Rai nel 2017

Canone Rai (Websource/archivio)

C’è tempo fino al 31 gennaio 2017 per chi non vuole pagare il canone Rai del 2017. Ovviamente, come fa notare l’Agenzia delle Entrate, bisogna avere determinati requisiti che permettono di avere l’esenzione dal pagamento. In sostanza bisogna presentare la dichiarazione di non possesso tv, possesso dato per scontato per chiunque abbia un’utenza elettrica intestata a proprio nome. Anche se la data ultima è il 31 gennaio prossimo, l’Agenzia delle Entrate ha diramato il seguente comunicato: “I cittadini che non sono in possesso di un apparecchio televisivo hanno tempo fino al 31 gennaio 2017 per comunicarlo all’Agenzia delle Entrate, presentando il modello di dichiarazione sostitutiva disponibile online per il caso di non detenzione dell’apparecchio. Tuttavia, visto che la prima rata per il canone tv dell’anno 2017 scatta già a partire dal prossimo gennaio, per evitare il primo addebito e di dover richiedere il rimborso, è preferibile presentare la dichiarazione sostitutiva in via telematica entro la fine di dicembre (o entro il 20 dicembre se viene presentata per posta)”. Le modalità per inviare il documento, scaricabile dal sito dell’agenzia, sono tre:
– attraverso un’applicazione specifica disponibile online per chi possiede le credenziali Entratel o Fisconline dell’Agenzia delle Entrate;
– attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno, cui deve essere allegata copia di un documento di identità valido, indirizzata ad Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino (la raccomandata deve essere inviata entro il 20 dicembre 2016 per evitare di pagare la prima tranche del canone);
– tramite posta elettronica certificata all’indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it, con firma digitale della dichiarazione sostitutiva.

F.B.