Attende un giorno intero, poi si consuma il dramma

(Websource/archivio)

Davvero un epilogo orribile per Elisabetta Nastri, la donna, infatti,  sarebbe morta a causa di una grave patologia. A rendere però il tutto ancora più tragico c’ha pensato l’ospedale Torrette nel quale si era recata, ormai già in fin di vita. Purtroppo per lei, infatti, non vi erano posti letto disponibili al momento, così ha dovuto aspettare quasi un giorno intero prima di ricevere la giusta assistenza.

Francesco Nastri, fratello della donna deceduta e noto musicista di Ancona non ci sta e attacca l’ospedale: “L’hanno fatta aspettare per quasi un giorno in pronto soccorso. Sono molto arrabbiato, non si meritava quel trattamento”. L’uomo è rimasto vicino alla sorella sino all’ultimo respiro. Elisabetta era arrivata nella struttura ospedaliera nel primo pomeriggio di sabato e aveva trovato posto solo alle 12 di domenica, un’attesa che ha resto ancora più terribili gli ultimi attimi della donna che si è spenta, immersa nell’affetto dei cari nella notte tra lunedì e martedì. I funerali si terranno nella sala del commiato di Tavernelle.

Antonio Russo