Brutale omicidio in un condominio a Bergamo, nel quartiere Colognola. Un donna di 48 anni, Daniela Roveri è stata trovata morta sul pianerottolo della sua abitazione, uccisa a coltellate, come hanno poi potuto constatare gli agenti della squadra mobile e della scientifica giunti sul posto per i rilievi. Il cadavere della donna è stato scoperto dalla madre, che viveva con lei nello stesso appartamento. Al momento del ritrovamento, la 48enne aveva diverse ferite da arma da taglio, anche se sull’arma si fanno varie ipotesi su cui stanno lavorando gli investigatori. Tutta l’area attorno al condominio dove viveva la donna è stata chiusa per evitare i curiosi e soprattutto i vicini, che erano scesi in strada sgomenti dopo aver appreso la notizia. Si ipotizza una rapina andata a male, o forse ancora un omicidio da parte di una persona che conosceva bene la donna. La vittima lavorava a San Paolo d’Argon ed era un’importante dirigente d’azienda, sulle orme della madre che aveva ricoperto analoghi incarichi in quella importante ditta meccanica. Un aiuto alle indagini potrebbe arrivare dalla visione delle telecamere del quartiere che potrebbero aver ripreso qualcuno mentre entrava nel palazzo. La mamma si trova attualmente in stato di choc dopo l’accaduto, e quando si sarà ripresa sarà interrogata per cercare di venire a capo di questo caso che sembra davvero un rebus.

M.O.