“Aveva tutta la vita davanti, perché proprio lui?”

Paolo Macori (Facebook)

Paolo Macori aveva solo 29 anni. Viveva insieme alla sua famiglia a Civitanova Marche nel quartiere di Santa Maria Apparente e proprio con la sua famiglia ha fatto appena in tempo a passare il giorno di Natale. Infatti la mattina del 26 Paolo è morto. Alle 6.45, nella sua casa di via Gobetti, a ridosso della zona industriale, il tumore che da qualche tempo lo aveva colpito ha avuto la meglio sulla sua grande forza di volontà e sulla sua voglia di vivere. Da tempo non stava bene Paolo e circa un anno fa aveva rischiato di morire in un terribile incidente stradale a due auto, un frontale all’altezza dell’istituto Santo Stefano di Porto Potenza, lungo la statale adriatica, mentre era alla guida di una macchina a bordo della quale viaggiava anche una sua amica. Gli amici più cari e i famigliari raccontano che Paolo ha passato giorni sereni durante le feste e nonostante fosse malato nessuno si aspettava ciò che è accaduto a Santo Stefano. Paolo Macori lavorava come tecnico informatico ed era molto apprezzato per la sua professionalità. Molti però lo conoscevano per le sue doti sportive e per il fatto che qualche anno fa era stato un vero e proprio campione di bocce tanto che nel 2005 vinse il titolo italiano Under 18. Paolo, figlio unico, lascia il papà Davide, pensionato, e la mamma, Lorella Panichelli, dipendente all’ufficio postale di via Duca degli Abruzzi.

F.B.