Tremendo errore nel laboratorio della fecondazione assistita

(Websource/archivio)

All’ospedale universitario di Utrecht, in Olanda, hanno commesso un errore clamoroso e gravissimo. Lo hanno ammesso subito, ma questo certo non cambia la gravità della situazione. L’ospedale olandese ha cercato di minimizzare parlando di un “errore procedurale” nelle pratiche di inseminazione artificiale effettuato nel centro di procreazione assistita. In sostanza in seguito allo sbaglio commesso durante la fecondazione assistita a 26 donne  è stato donato lo sperma di un donatore sbagliato. Tra l’altro metà delle pazienti hanno già partorito. Tutte le coppie coinvolte nella vicenda sono state informate di quanto accaduto. Ai neo e futuri genitori è stato spiegato che durante la fecondazione in vitro (IVF) – che prevede l’inseminazione di un ovulo tramite la microiniezione di uno spermatozoo – è stato utilizzato in maniera non consona alle regole uno strumento potenzialmente contaminato da tracce di sperma appartenente ad un donatore diverso da quello che era stato designato a loro

F.B.
TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO