“Cara Befana fammi solo riabbracciare mio fratello”

Mario Muzzillo (foto dal web)

“Cara Befana, mi manca qualcuno che si chiama Mario, lui è mio fratello”, inizia così la lettera di Claudia, sei anni, nel giorno dell’Epifania, che chiede di poter rivedere il fratello Mario Muzzillo, morto a 26 anni in un incidente stradale a Giugliano. La lettera, che è stata pubblicata sui social network dal padre della bimba, prosegue: “Vorrei tanto vederlo, ma so che lui è in cielo a fare i gelati agli angioletti. Gli voglio tanto bene e so che lui è qui con noi per sempre”.

Mario Muzzillo ha perso la vita nella tarda serata del 4 aprile sulla Circumvallazione esterna, all’altezza di Qualiano, mentre si trovava in moto insieme a un amico. Gravissime furono le lesioni che il giovane riportò, per cui a nulla sono valsi i tentativi del personale medico del San Giuliano di Giugliano di salvargli la vita con una operazione. La famiglia di Mario Muzzillo non si è rassegnata all’ipotesi della fatalità e tramite il proprio legale l’avvocato Marco Simonelli di Aversa ha lanciato un appello, subito dopo lo schianto: “Chi ha visto o sappia cosa sia accaduto negli attimi precedenti il tragico schianto si faccia avanti. Invitiamo le forze dell’ordine e la Procura competente a far tutto il possibile affinché si faccia la più presto chiarezza su tale assurda vicenda che ha strappato Mario prematuramente e drammaticamente all’affetto dei suoi cari”.

La lettera pubblicata sui social

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM