“La vita di mia sorella conta meno di un like su Facebook” – FOTO

(foto dal web)

“Il giorno 6 di gennaio la mia famiglia ha vissuto lo shock più grande della nostra vita”, inizia così il post su Facebook di una giovane che ha perso la sorella minore in un tragico incidente stradale. Cinque in tutto gli occupanti del veicolo, tutti tra i 19 e i 21 anni, quattro di loro sono deceduti, un quinto è ferito gravemente. L’incidente è avvenuto sulle strade dell’India e sta provocando molte polemiche sull’utilizzo dei social network. Infatti, a poche ore dall’incidente, sono apparse diverse fotografie e video dal luogo dello schianto. Alcune di queste immagini mostravano i corpi dei giovani, morti o in fin di vita, tra le lamiere dell’automobile schiantatasi contro un albero.

Per tale ragione, Asavari Bhardwaj, che appunto nell’incidente ha perso la sorella, ha deciso di sfogarsi su Facebook: “L’incidente è avvenuto a Ludhiana. Io davvero non ho parole per descrivere il dolore ma ciò che è peggio è che le persone e i media hanno un sacco di cose di cui parlare. Le persone sono così insensibili che hanno lasciato mia sorella indifesa esalare l’ultimo respiro. Tutti scattavano foto e video per postarli sui social media ma nessuno è andato ad aiutarla. Nessuno. Se lei avesse ricevuto aiuto in tempo ora sarebbe viva”. La giovane accusa che i “mi piace” e le condivisioni sono oggi più importanti delle persone. “Ci mancherai, ti vogliamo bene”, si conclude il post, in cui la ragazza invita anche i suoi coetanei a guidare in sicurezza ed evitare ‘bravate’ al volante.

GUARDA POST

GUARDA PHOTOGALLERY

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM