Quattro violente scosse in quattro ore: senza fine la paura

(FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Una nuova scossa di magnitudo superiore a 5 è stata avvertita nel Centro Italia alle 14:35 di oggi: si tratta del quarto evento sismico di questa magnitudo in appena quattro ore. L’ultima scosse, nella stessa area, è stata di magnitudo 5.1.

Stamattina una scossa violentissima è stata registrata alle 11:15, di magnitudo 5.6, nel Centro Italia, dopo quella di magnitudo 5,3, secondo le stime dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), registrata alle 10:25 tra L’Aquila e Rieti a una profondità di 10 km. Appena dieci minuti dopo, alle 11:26, una terza scossa di magnitudo 5.3. Si tratta della stessa faglia attivatasi il 24 agosto, con epicentro nella zona di Amatrice, che ha provocato quasi 300 vittime, e peraltro nella stessa zona c’erano state altre scosse nei giorni scorsi.

Le nuove scosse sono state sentite nel Lazio, in Abruzzo e nelle Marche ed è stata avvertita anche a Roma – dove sono state evacuate le stazioni della metropolitana – e a Firenze. In un intervento a un convegno, il geologo Emanuele Tondi aveva avvertito: “Il sistema di faglie potrebbe anche mettersi a riposo e lasciarci in pace per un bel po’ di tempo, cosa che non poteva essere detta sicuramente prima degli ultimi eventi di fine ottobre. Questo però non significa che in Italia centrale non possa verificarsi un altro terremoto di magnitudo anche importante, il sistema di faglie è grande, la zona ampia e un altro terremoto (magari non così forte come quello del 30 ottobre) non cambierebbe di molto il bilancio energetico”.

Anche Mario Tozzi, geologo e volto noto della tv, aveva spiegato: “C’è una tensione che apre l’Italia in due. I terremoti continueranno, dovremmo finalmente imparare ad agire per evitare troppi danni: sia alle persone che al patrimonio edilizio e architettonico. Comprendo l’allarme delle persone – prosegue Tozzi – tuttavia siamo di fronte ad un fenomeno che si replica puntualmente da migliaia di anni. Quando noi geologi diciamo che i terremoti continueranno, affermiamo solo una “verità” conosciuta. Abbiamo un ruolo scomodo, ma non possiamo permettere che si continui ancora ad abbassare la guardia”.

 

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM