Terremoto, slavina travolge un hotel: “E’ una tragedia”

(Websource)

Una valanga ha investito l’hotel Rigopiano di Farindola, alle falde del Gran Sasso pescarese. L’allarme è stato dato da due clienti. Sul posto il 118 e i mezzi di soccorso che sono partiti dal Coc di Penne. Allertata anche la sala operativa della Prefettura di Pescara. “Purtroppo è accaduta una terribile tragedia – scrive su facebook il presidente della provincia di Pescara Antonio Di Marco – sembrerebbe ci siano delle vittime, ma è tutto da confermare. A Rigopiano è in atto in queste ore una bufera di neve. Una turbina si sta recando sul posto, per liberare la strada di accesso alla zona dell’albergo, dietro la quale c’è la colonna mobile dei soccorsi. In albergo c’erano 20 ospiti”. Oltre ai venti clienti vanno poi aggiunti le persone che nell’hotel ci lavoravano. Al momento tutti i telefoni risultano muti, compresi i cellulari. I soccorritori stanno cercando di raggiungere la struttura con ogni mezzo.

Intanto è arrivata la prima vittima accertata di oggi.  L’uomo è morto sepolto dalle macerie della sua stalla a Valle Castagno, nel Teramano. La vittima, l’83enne Nino Di Nicola, è stata estratta dopo diverse ore: a causa del maltempo la zona era rimasta isolata e i soccorsi hanno trovato grosse difficoltà a raggiungerla. Preoccupano poi le zone ancora non raggiunte dai soccorsi a causa del maltempo. Lì potrebbero esserci persone bloccate e anche ferite.

F.B.
TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO