(Websource/archivio)

 

 

“Persa, sconvolta, disgustata e ferita”. Così si sente una mamma – identificata solo con il nomignolo di Anonymous- che ha appena fatto la scoperta più terribile della sua vita: suo marito ha una relazione con sua figlia. La tresca – scrive la donna in una lettera con la quale chiede “aiuto” al sito femminile Ravish – va avanti da oltre un anno e ha stravolto l’esistenza di tutta la sua famiglia. La povera Anonymus, che ha altre due figlie, racconta di aver smesso di fare sesso con il consorte non appena è venuta a conoscenza della sua “scappatella”, e confessa che tuttora le capita di leggere i loro sms, da cui si evince come “quesi due si amano”.

Per amor di precisione va detto che la figlia in questione non è figlia dell’attuale marito di Anonymous, ma di un suo partner precedente. Dopo otto anni di matrimonio, i due hanno avuto tre figli, ma lei era già madre di due ragazze frutto di quel vecchio amore. Fatto sta che dal dicembre 2015, anno in cui è stato scoperto l’altarino, la sua vita è diventata un inferno. “Sono precipitata in quest’incubo oltre un anno fa – spiega la poveretta – e sono arrivata al limite della sopportazione”. Quando ha provato a confrontarsi con i due traditori si è sentita ancora più inutile e impotenti: la loro unica riposta è stata “son tutte bugie”. Gli scambi di messaggi e biglietti d’amore sono però andati avanti… E, purtroppo, la decisione che sembrerebbe più ovvia -mollare il fedifrago – nel suo caso è impraticabile, dal momento che economicamente dipende da lui. Di qui il consiglio dell’esperta Erin Khar: torni a pensare un po’ a se stessa, e mette a il suo benessere davanti alla sicurezza economica – ma non prima di aver preso appuntamento con uno psicologo e con un avvocato. E voi, cari lettori, al suo posto cosa fareste?

EDS