Hotel Rigopiano: “Tanti morti, situazione gravissima” – VIDEO

(Youtube)

Situazione gravissima all’Hotel Rigopiano, rimasto isolato da ieri dopo essere stato colpito in pieno da una violenta slavina causata con ogni probabilità dalle forti scosse di terremoto. I soccorritori sono riusciti finalmente con mille difficoltà a raggiungere la zona dell’albergo e hanno salvato due ospiti, nonostante in quel punto la neve superi ampiamente i tre metri d’altezza. Il problema è che da dentro non risponde nessuno e si teme il peggio. Il Soccorso alpino ha trovato la prima vittima, si tratta di un uomo estratto dalle macerie e dalla neve poco fa. I soccorritori proseguono a scavare «ma – raccontano – è difficilissimo. La valanga è immensa”. Dentro l’albergo risultano al momento 30 dispersi.  «Ci sono tanti morti». Lo ha detto all’ANSA Antonio Crocetta, uno dei capi del Soccorso alpino abruzzese che da ieri sera si é messo in marcia con gli sci insieme agli altri per raggiungere l’Hotel Rigopiano. «Chiamiamo ad alta voce ma nessuno risponde».

Lo scenario descritto da chi è giunto sul luogo è apocalittico, “un tragico miscuglio tra un terremoto e una valanga”. Una delle due persone tratte in salvo all’hotel Rigopiano è in stato di ipotermia. Le sue condizioni sono definite dai medici serie, ma non sarebbe comunque in pericolo di vita. L’uomo è stato prelevato con l’elicottero della Capitaneria di Porto, a bordo del quale c’era un infermiere del 118 di Pescara ed è stato trasportato all’aeroporto d’Abruzzo, per il successivo trasferimento nell’ospedale di Pescara.

Ci sono due sopravvissuti: Fabio Salzetta e Giampiero Parete. Il primo è il manutentore dell’albergo sepolto dalla valanga, l’altro è in cuoco che si trovava lì in vacanza con la moglie e i figli piccoli di 6 e 8 anni. Quest’ultimo ha fornito una testimonianza drammatica dei terribili momenti vissuti dal letto di ospedale in cui è ricoverato. L’uomo ha affermato che sotto la neve c’è ancora la sua famiglia, mentre lui è riuscito a salvarsi perché si trovava al di fuori della struttura.

F.B.

Ecco il video dell’arrivo dei soccorsi all’hotel:

F.B.