“Cecilia, speriamo di rivederci a qualche concerto rap”

Cecilia Martella (Facebook)

La testimonianza del Soccorso Alpino

Si affievoliscono le speranze di salvare coloro che risultano ancora tra i dispersi nel terribile disastro dell’Hotel Rigopiano. Diversi sono i dipendenti della struttura: tra questi due di loro sono tra le vittime identificate. Tra i dispersi, c’è poi il ternano Alessandro Riccetti, 33 anni il prossimo 23 gennaio, che in quell’albergo ci lavorava come portiere di notte. La zia del giovane chiede rispetto del dolore e del silenzio della famiglia: “Non abbiamo ancora nessuna notizia di lui, aspettiamo. Ma vogliamo vivere privatamente questi momenti”.

Un’altra dipendente dell’albergo della quale non si hanno al momento notizie è Cecilia Martella, 24 anni, originaria di Atri, che nel resort lavorava come estetista. La ragazza alle 13:14 posta una foto e scrive: “Neve altissima…. terremoto continuo… e si.. quello era un lampione”. In tanti le chiedono informazioni e vogliono sapere quale fosse la situazione. Il suo ultimo commento, alle 15:50, poi il silenzio. Alle 19:37 un’amica le chiede: “Ceci, come stai?”, senza mai ricevere risposta. Oggi qualcuno sul suo profilo scrive: “Non ci conosciamo….ma ti pensiamo e ti vogliamo fuori di lì”.

La ragazza, come molti tra coloro che in queste ore le lasciano un messaggio su Facebook, è una fan del rapper J-Ax: la comunità dei suoi sostenitori, negli anni, ha avuto modo di conoscersi, di incontrarsi ai concerti. La ragazza è stata ‘inghiottita’ dalle macerie del Rigopiano: “Non sappiamo niente di niente”, ha spiegato il padre di una delle estetiste colleghe di Cecilia, contattato da Radio24. Sotto la slavina, inoltre, sono rimaste diverse coppie di sposi o fidanzati e altrettante si sono divise.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM