Tre cuccioli vivi tra le macerie: si riaccende la speranza – VIDEO

I cuccioli salvati (foto Vigili del fuoco)

Sono stati ritrovati vivi e in buone condizioni sotto le macerie dell’hotel Rigopiano i tre cuccioli di pastore abruzzese figli di Nuvola e Lupo, i cani che si erano salvati dal crollo ed erano scesi a valle dopo la catastrofe. Questo ritrovamento, a cinque giorni dalla tragedia, alimenta le speranze che sotto la slavina vi possa essere ancora vita, anche se poi nel primo pomeriggio di oggi una settima vittima è stata identificata ed estratta. Il proprietario dell’albergo travolto dalla valanga aveva sei cani, di cui tre cuccioli nati a dicembre. “Sono troppo belli”, è il commento di uno dei vigili del fuoco che tiene tra le braccia un cucciolo salvato dalle macerie e dalla neve.

Su Facebook era apparsa una foto che mostrava uno dei cuccioli tratti in salvo, con questa didascalia: “Una speranza. Appena trovato sotto un cumulo di neve nei pressi dell’Albergo di Rigopiano”. L’uomo che ha pubblicato la foto ha anche specificato tra i commenti che il proprietario dell’hotel, Roberto del Rosso, proprietario dell’albergo e attualmente disperso “alleva maremmani…..aveva avuto da poco una cucciolata”. Nuvola e Lupo vennero trovati a circa due giorni dalla tragedia: i due maremmani venivano utilizzati sia per fornire un caloroso benvenuto agli ospiti dell’Hotel Rigopiano che per fare la guardia durante la notte. Molto probabilmente hanno percepito il pericolo e sono riusciti a scappare.

GUARDA VIDEO

GM