“Ludovica voleva i biscotti, glieli ho portati io” – VIDEO

Ludovica Parete, salvata a Rigopiano (foto dal web)

Tra i bambini tirati fuori vivi dalle macerie dell’Hotel Rigopiano, c’è anche Ludovica Parete, figlia del cuoco, Giampiero, sopravvissuto fin dal primo momento alla tragedia e che aveva dato l’allarme inascoltato del crollo dell’albergo. Prima di loro erano stati salvati la moglie dell’uomo, Adriana, e l’altro figlio Gianfilippo. In base a quanto si apprende, Ludovica Parete pare che abbia detto ai medici: “Voglio i miei biscotti?”, una frase tanto semplice quanto indicativa che la bimba stia fortunatamente bene.

Era stato Quintino Marcella, il datore di lavoro del cuoco, a spiegare che Ludovica Parete stava bene: “Ludovica sta bene, ho parlato con lei al telefono. Mi ha già detto che vuole un Ringo, il biscotto che le porto di solito. Stanno tutti bene, sicuramente sono provati dopo due notti al freddo ma finalmente la famiglia è riunita”. Un bambino di Pescara, Francesco, è rimasto molto colpito dalla storia della piccola Ludovica e ha deciso di recarsi in ospedale per portarle un pacco di biscotti: “Mi dispiaceva che aveva avuto un momento così brutto quindi ho pensato di portargli degli abbracci”.

Il bimbo, ai microfoni di Fanpage, si è rivolto alla bambina: “Ciao Ludovica, spero che ti siano arrivati i biscotti. L’importante è che ti siano arrivati”. Parla anche la mamma del piccolo Francesco: “Noi eravamo in apprensione per questa bambina che non riusciva ad andare dalla mamma e dal papà. Lui stamattina si è svegliato, ha sentito che la bambina voleva dei biscotti e mi ha detto ‘Mamma portiamoglieli noi’. Non me la sono sentita di dirgli di no perché era una cosa che gli usciva proprio dal cuore. Siamo andati al supermercato e ha scelto gli abbracci perché era come se le desse un abbraccio”.

GUARDA VIDEO

GM